Archivio della categoria: Auto e Motori

Le novità dei Giganti Della Strada

Una novità molto interessante chiama in causa il settore del trasporto su gomma: si tratta del magazine online Giganti Della Strada, che può essere consultato e visitato in qualsiasi momento all’URL www.gigantidellastrada.it e che è pensato e realizzato per aggiornare tutti gli internauti in relazione alle novità dell’autotrasporto. Ecco, quindi, una ricca varietà di articoli e news sugli eventi del settore che si svolgono nel corso dell’anno in Europa, ma anche preziose anticipazioni a proposito delle innovazioni relative alla sicurezza stradale.

Non solo: il magazine trasporto su gomma permette anche di leggere e scoprire le caratteristiche e le potenzialità dei modelli di camion più recenti e degli ultimi veicoli industriali lanciati sul mercato, senza dimenticare dati e notizie sulle norme in vigore e sugli eventuali cambiamenti in fase di approvazione. Chi decide di ricevere la newsletter settimanale dal sito non solo conquista l’opportunità di ricevere in automatico gli aggiornamenti di maggior valore, in forma assolutamente gratuita, ma ha anche diritto a un coupon che permette di comprare, dal sito Rrudforce.it, ricambi per veicoli industriali senza dover pagare le spese di spedizione. 

Il sito dei Giganti della Strada è aggiornato con continuità da una redazione che è sempre estremamente attenta alle novità del settore: gli articoli sono suddivisi in diverse sezioni – Sicurezza, Ricambi, Prove su Strada, Normativa, Eventi e Attualità – per permettere ai visitatori di trovare subito ciò di cui hanno bisogno e di scoprire gli argomenti a cui sono più interessati. Non solo: in home page sono anche segnalati gli articoli che hanno ottenuto più visualizzazioni nel corso dell’ultima settimana, così come gli articoli più letti nell’ultimo mese e gli articoli più letti di sempre, così da consentire agli internauti di non perdere nemmeno una delle hot news del settore.

Giganti Della Strada, che su Facebook ha già ottenuto più di 18mila like sulla pagina profilo, si presenta – quindi – come un innovativo e prezioso magazine online che si concentra sul mondo del trasporto su gomma e dell’autotrasporto in tutte le sue sfaccettature, con una ricca gamma di news e informazioni utili per conoscere questa importante realtà a 360 gradi. 

Rc Auto: per l’ennesima volta le assicurazioni minacciano rincari

Per l’ennesima volta le assicurazioni auto minacciano rincari. Secondo alcuni rumors e se non cambieranno alcune condizioni le compagnie potrebbero decidere di metter mano a dei rincari. Insomma tutte le scuse son buone! Sotto, nel filmato potete vedere una interessante inchiesta di Report sul mondo assicurativo. E voi come vi difendete dai rincari? Siete passati alle assicurazioni online? Avete mai fatto un preventivo per vedere se potreste risparmiare cifre sostanziose?

Non aspettare la scadenza dell’assicurazione per vedere se puoi risparmiare: verificalo subito  online gratuitamente.

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto?
Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente tante assicurazioni e trovare la meno cara!

Non aspettare la scadenza dell’assicurazione per vedere se puoi risparmiare: verificalo subito  online gratuitamente.

Ecco i comparatori migliori per confrontare subito e gratuitamente le varie assicurazioni:

Chiarezza. Anche qui è possibile comparare in pochissimo molte assicurazioni. Fai un preventivo Gratuito con Chiarezza.

Risparmia sulla tua assicurazione restando informato: fai MI PIACE e consiglia agli amici!

Targhe auto: ecco come scoprire se c’è un’ipoteca

Nel mercato dell’usato può capitare che il venditore tenti di vendere delle auto che saranno ipotecate di lì a poco: per difendersi, l’acquirente può verificare le targhe auto prima di firmare qualsiasi contratto. Per ottenere una visura, che rassicuri chi acquista sulla bontà dell’investimento, basta recarsi agli enti preposti, oppure inserire i numeri delle targhe auto nei siti di settore.

 

Se si sceglie lo sportello, sarà importante ricordare di portare con sé la fotocopia della carta di identità: la copia del documento viene richiesta per aprire la pratica per la visura e sapere così se le targhe auto corrispondono ai mezzi che sono stati proposti all’acquirente. Il consiglio è di riportare il numero su un foglietto: in questo modo, chi si trova allo sportello non potrà addebitare i costi su visure aggiuntive erroneamente richieste.

 

Diversi sono i casi di visure relative alle targhe auto partite senza la richiesta dell’interessato, che ha dovuto comunque pagare gli importi relativi perché ormai “La pratica era andata avanti”. Nella visura, l’acquirente troverà:

 

  • I dati relativi all’intestatario dell’auto. Nome e cognome, indirizzo e recapito telefonico del proprietario del veicolo. Queste informazioni consentono una prima forma di difesa dalle truffe (soprattutto online): se il venditore non è l’intestatario del veicolo, meglio lasciar perdere ogni trattativa.
  • I dati relativi al mezzo. Grazie ai numeri delle targhe auto, si può risalire all’anno di immatricolazione dei mezzi: ciò consente di difendersi da manovre sul contachilometri o da piccoli lavori di restyling del mezzo, che possono trarre in inganno sull’effettivo funzionamento del motore.
  • I dati relativi alle procedure legali. Se il mezzo è stato ipotecato, la visura lo riporterà. Ricordiamo che i mezzi ipotecati hanno il divieto di circolazione e chi dovesse acquistare questi mezzi potrebbe trovarsi a utilizzare il denaro risparmiato per l’acquisto di un’auto usata per sbloccare la situazione a livello burocratico!


Le targhe auto sono una fonte di informazione anche per i vigili urbani e le forze dell’ordine: in alcuni casi, si prevede che le visure siano gratuite per loro, in altri è il Comune stesso a provvedere alle spese e consentire così a chi indaga di proseguire con gli accertamenti di rito. Un controllo alle targhe auto diventa così importante non solo per chi acquista, ma anche per chi vuole mantenere le carte in regola.

Pneumatici Compass: storia e modelli principali

Il mercato dello pneumatico sta conoscendo una rapida crescita: tutto merito delle norme che impongono una frequente sostituzione delle gomme, ma un successo dovuto anche al cambiamento culturale in atto. Sempre più automobilisti, infatti, si stanno accorgendo di quanto sia importante essere muniti di pneumatici sempre nuovi e all’avanguardia: d’altronde, la sicurezza è un fattore a cui non si può proprio prescindere quando ci si ritrova con un’auto tra le mani!
Ecco dunque che rivolgendoci presso il nostro gommista di fiducia, recandoci ad un ipermercato o consultando i numerosi e-commerce presenti in rete, abbiamo modo di scegliere con tutta tranquillità quelli che sono gli pneumatici più adatti alle nostre esigenze: ci servono invernali oppure estivi? E se optassimo per gli all seasons?
Ma non è finita qui: quando ci si ritrova a dover scegliere le gomme per la propria auto, è importante anche valutare il marchio a cui intendiamo affidarci. Soprattutto di questi tempi, nei quali la globalizzazione ha fatto sì che in piena Italia possiamo consultare le offerte provenienti dalle diverse aree del mondo.
Pneumatici Compass – Ed in questa ricca offerta di brand, ecco che prende forma quello del Gruppo Compass. Nata nei primi anni ’70, si tratta di una società di pneumatici che affonda le radici ed il suo sviluppo in quel del Regno Unito.

Dopo oltre quarant’anni di esperienza nel suo settore, il Gruppo ha visto ampliare la sua rete di attività anche a quelli che non rientrano tra i cosiddetti pneumatici tradizionali, espandendosi così alla commercializzazione di quelle che sono le gomme per i furgoni, i camion e gli autocarri.
Le sue sedi sono dislocate in molte aree del Regno Unito, anche se nulla esclude che in un prossimo futuro il Gruppo Compass non voglia delocalizzare anche in altri luoghi del mondo.
Fatto sta che nonostante la sua pluriennale esperienza nel settore, gli pneumatici Compass sembrano non essere ancora riusciti ad entrare nell’immaginario collettivo. Effettivamente, qualunque ricerca in rete o due parole scambiate con il nostro gommista ci danno la chiara dimostrazione di tutto ciò: il marchio inglese è sempre stato vittima di una sottovalutazione generale, tant’é che società venute fuori anche diversi anni dopo sono state in grado di passargli avanti in termini di notorietà e di fatturati.
Attualmente i suoi prodotti più noti sono CT 7000 e ST 5000: trattasi di pneumatici estivi che offrono le garanzie di base ormai comunemente garantite da qualsiasi altro brand. Parliamo di stabilità su rettilineo, tenuta in curva, un buon comfort di guida e di aderenza all’asfalto.
Entrambi gli pneumatici si fanno garanti di tali caratteristiche, anche se CT 700 (soprattutto per quanto riguarda la misura 195/50) pare abbia un’aderenza su strada bagnata non particolarmente sicura e comprovata.
Altro “fattore out” è dato dal consumo: purtroppo, per quanto si possano ritenere entrambe le proposte come due buone scelte da prendere in considerazione, sia l’indice di consumo carburante di CT 7000 che quello di ST 5000 appare essere particolarmente elevato. Maggiori informazioni è possibile riceverle cliccando qui.