Archivio tag: cybercriminali

Il giornalista che supera un’agenzia investigativa contro i cybercriminali

Un moderno Richard Castle Brian Krebs. Ex giornalista investigativo del Washington Post, Krebs ha fondato un sito dove, come una provetta agenzia investigativa, scova e dà notizia dei maggiori criminali del web.

Le inchieste di Krebs riguardano soprattutto le carte di credito. Solitamente, le agenzie investigative vengono ingaggiate dai truffati che vogliono risolvere problemi di furti di identità. Krebs, invece, studia quelle che sono le attività di hacking a livello internazionale (gli attacchi alle multinazionali del credito) e scova gli hacker.

L’attività investigativa di Krebs non lascia indifferenti gli hacker, che spesso e volentieri tentano di oscurare il suo sito, oppure di creargli problemi di qualsiasi genere.

Il giorno del suo compleanno, gli hacker hanno mosso gli SWAT a casa sua: in compenso, Krebs ha “ricambiato la cortesia”, mandando all’antidroga una segnalazione con l’indirizzo degli hackers.

L’attività investigativa principale di Krebs è il carding. Chi ruba la carta di credito la usa fino alla fine, consapevole che la persona truffata bloccherà la carta quanto prima, rendendola inutilizzabile.

La agenzie investigative riescono poi a scoprire dove si trova il ladro attraverso i movimenti bancari effettuati tra la perdita della carta e il suo blocco. Per evitare queste situazioni, Krebs sostiene che basti poco. La classica “strisciata” della carta di credito lascia dei dati che qualsiasi hacker (non troppo esperto) può recuperare.

Esistono online veri e propri negozi, che riescono a recuperare i codici delle carte di credito, rivendendole al miglior offerente.

Inserire nella carta un chip, oppure un pin difficile da rintracciare, rende la vita dei cybercriminali più difficile e quella delle agenzie investigative più semplice. Il giornalismo investigativo di Krebs oggi aiuta tantissimi reporter e vittime di questi attacchi di carding.

Krebs ha lasciato il Washington Post per mettersi in proprio, visto che il giornale gli impediva di portare avanti il suo lavoro: la sua attività da agenzia investigativa oggi rende il Web più sicuro, anche se continua a ritenersi semplicemente un giornalista di inchiesta.

Il mondo delle carte di credito è uno dei filoni principali di ricerca per un’agenzia investigativa, accanto agli appostamenti e agli indizi sul campo. Sapere di poter contare su un reporter di eccezione aiuta.